PIZZOCCHERI

pizzoccheri
I pizzoccheri sono una delle pietanze simbolo della tradizione culinaria valtellinese. Sono molto simili alle tagliatelle e vengono realizzati con un impasto a base di farina di grano saraceno e farina di frumento che insieme conferiscono il tipico sapore. Ideali per la stagione invernale, i pizzoccheri rappresentano un pasto completo non propriamente “light”, considerando che la ricetta originale contiene molto burro e formaggio fondente. Quella che ho preparato domenica è la ricetta dei pizzoccheri light edition, o meglio un tentativo di pizzoccheri light, un pochino più leggera rispetto a quella originale per via della sostituzione del burro con l’olio e l’inserimento del solo grana e pecorino in dosi ridotte.
Ingredienti per 2 persone:
60 gr di pizzoccheri
200 gr di cavolo verza
200 gr di patate (2 patatine piccole)
20 gr di olio EVO
30 gr di formaggio grana e pecorino grattugiati
30 gr di prosciutto cotto a straccetti

Preparazione
Portate ad ebollizione in una pentola capiente l’acqua che poi andrete a salare. Subito dopo aggiungete la verza tagliata a listarelle e le patate tagliate a cubetti. Lasciate cucinare le verze e le patate da sole per 10 minuti nella stessa acqua dove poi immergerete i pizzoccheri. E’ molto importante che le verdure cuociano all’interno dell’acqua in cui cuoceranno i pizzoccheri perchè fa parte di un equilibrio di sostanze che poi andranno a finire nel piatto, sia nutritive che digestive. Immergete quindi i pizzoccheri nell’acqua dove patate e verze stanno già cucinando da 10 minuti e lasciate cucinare tutto assieme per altri 15 minuti mescolando con un mestolo di legno di tanto in tanto. In una pirofila a parte mettete due cucchiai di olio EVO. Aiutandovi con una schiumarola, iniziate a scolare pizzoccheri, patate e verze molto bene e adagiatele sulla pirofila. Spolverate con il grana e il pecorino e mescolate tutto assieme.
Alla fine cospargete il tutto con gli straccetti di prosciutto cotto finemente tagliuzzati e servite caldo.